Warning: session_start(): open(/var/lib/php/sessions/sess_ji9one8ev03cvofaor7022kn3m, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in /var/www/html/lyricsreg.com/reg.php on line 2

Warning: session_start(): Failed to read session data: files (path: /var/lib/php/sessions) in /var/www/html/lyricsreg.com/reg.php on line 2
ILL MOVEMENT : GRAZIE DI NIENTE lyrics

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z #

ILL MOVEMENT lyrics : "GRAZIE DI NIENTE"

NICK SICK:
vivo sotto una campana di vetro
colpisci la mia anima finchè non mi disgrego

lotto con la gloria con la fama con la noia
con la voglia di fare qualcosa prima che la morte chiama
sto qua giù come chi guarda in alto ma non prega più

la vita è un blues con le stesse note di sempre dejavu
nubi dense di dubbi e incertezze siamo emozioni viventi
ma adesso chiudi le dispense non ne posso piu

ogni ricordo ormai mi lascia morsi poi mi fascia i polsi
tutte le notti una vedova nera mi mangia sogni
il futuro è un cartomante sensitivo che mi accoglie

legge l'avvenire sulla mano io non voglio Spoiler
fotti la mia vita come una puttana sulla salaria
senza scelta un'esistenza fredda buia e solitaria

non contare su di me non ho contato su nessuno
non ho la minima idea di che vuol dire dare qualcosa a qualcuno
la pioggia scende ed ogni goccia perde un po di acido

ogni pozzanghera riflette il mio stato d'animo
quanto vorrei avere una gomma sulla mia matita
ma qua dormire è ciò che piu sembra una via d'uscita

soffro come un cane il rap è un osso da mollare
tiro sto guinzaglio se mi strozzo Amen
ave maria brucio tonsille urlando scuse

vedo mille porte chiuse nessuna chiave è la mia
tuttavia sono lo stronzo che tutte le volte
passa giornate storte e le svolte le butta via

tornando a casa non riconosco la via
vedo una schiera di teste abbassate non riconosco la mia
vorrei essere un killer psicopatico

avere tagli sul cuore per ogni traiettoria del mio serramanico
il dolore prende sempre chi aspetta
vorrei avere un macete per la giungla che ho in testa

e quindi

MOSTRO:

dopo il buio torna sempre il sole
scusami se non ti parlo ma per farlo io t'ho scritto una canzone
forse è inutile la strada per l'inferno è piena di persone

ma è una via che si percorre in solitudine
mi ero ripromesso mai più depresso sai
a volte ripenso come sia possibile che sia successo

a ripensarci stavo proprio di merda
tapparelle abbassate letto disfatto vestiti per terra
fanculo oggi ho avversari da divorare

qualcosa da dire quanto da dimostrare
sopravvivere con la certezza che,
solo chi conosce la tristezza sa cosa vuol dire ridere

sono il migliore a farlo non mi fotte un cazzo
potete puntarmi il dito potete succhiarmi il cazzo
potete venirmi contro c'ho le spalle contro la parete

tanto vedrete che come siete nati morirete
o pensi male o ti fidi
se oggi uccido i tuoi idoli è perchè mi so crollati troppi miti

scrivo, perchè la gente poi si scorda
voglio lasciarti di più che una foto sbiadita sulla mia tomba
affonda insieme a me, saper nuotare

dove l'acqua è più profonda in questo mare è fondamentale
dolore grammaticale, ogni volta che ho detto
che sta vita è una merda era per sdrammatizzare

per quelli come me la fuori
è la consapevolezza di esse peggio degli altri che ci rende migliore
perchè per quelli come me vale

perchè accettare uno sconfitta è una vittoria personale
hai capito puttana guarda chi c'hai davanti
vincerò su tutti quanti, un rottame tra gli scarti

tanto io c'avrò queste ansie per sempre
e quindi grazie, grazie di niente.

Submit Corrections