Warning: session_start(): open(/var/lib/php/sessions/sess_rd63gmle80v7r861dv44o46lip, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in /var/www/html/lyricsreg.com/reg.php on line 2

Warning: session_start(): Failed to read session data: files (path: /var/lib/php/sessions) in /var/www/html/lyricsreg.com/reg.php on line 2
ASHER KUNO : Il Cammino lyrics

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z #

ASHER KUNO lyrics : "Il Cammino"

Rit: 2x (Gomez + Asher Kuno)

Fino ad oggi un cammino nei ricordi

tra strette di mano abbracci e sguardi
parole dette troppo tardi
messaggi sparsi dal destino

lettere tra luci abbaglianti e buio del mattino

Gomez:


La luce batte debole sul tavolo da forma ad oggetti sparsi
e la mia mente è piena di episodi da tempo scomparsi

può darsi sia la lontananza
o l’aria irrespirabile di questa stanza
ogni ricordo aumenta la distanza

tramuto ogni tratto di strada in ghiaccio, eremitaggi
vecchi film di cui non ho presenti alcuni miei passaggi
silenzio che concilia me e la mia famiglia

oggi nascosti dai flutti del vento, un mare che sbadiglia
e se il presente è relitto di ciò che è stato
io sono naufrago del mio passato

e mando un messaggio in bottiglia
per dimostrare che è ancora accesa la nostra scintilla
che dentro ai nostri occhi c’è ancora una luce che brilla

forse nascosta ma comunque è dentro al nostro sguardo
spinti dal basso verso l’alto e a superarci l’un con l’altro
a confrontarci, liberarci da barriere, a far quei discorsi le sere

ad arrivar primi al traguardo ti scrivo,
adesso tutto questo per chi non si è perso,
per a evitar che alle mie spalle faccia buio pesto

e se ogni volta che ti scrivo ci riesco è perché son forte del fatto
che ogni salto nel buio, ogni istante nasconde l’impatto
per quanto la finestra della mente emani luce soffusa

lascerò sempre una porta dei cuore socchiusa
attendo una risposta di poche parole
credo di aver concluso per ora alla prossima Gomez


Rit x2


Asher Kuno:

Un sole falso che scompare nel mio cielo

cala la sera è il gelo che stende il suo velo
e sono seduto sopra la panchina del parchetto
vento freddo il mio piumino 5 sighe nel pacchetto

è il mio quartiere che mi culla
più passa il tempo e del passato non rimane nulla
qualche foto testimonia qualche testo resta

qualche tag sul muro qualche beat in + d’orchestra
i pomeriggi in casa a parlare del + e del meno
e le notti con gli spray x andare a farsi un treno

e remo contro la corrente arriva la sorgente
I miei ricordi un focolaio che tuttora non si spegne
E chiudo gli occhi vive di flash back i primi passi nel Rap

Sul palco i primi check e c’è chi pensa che sia solo fumo
Vi abbraccio fratelli sempre vostro Kuno!


Rit (x2)

Asher Kuno + Gomez:


Corre la mano e non si ferma
descrive ciò che sente, scrive ciò che la mia mente osserva

ma è troppo fredda l’aria che tira per mettere a fuoco una vita
il sudore trasformato in ghiaccio ora faccio fatica
rapita l’attenzione da ciò che è attorno

non cambia chi ho intorno
ma cambia lo sfondo
passaggi rapidi versi frammenti spenti fotogrammi scarichi

sembra che orami + nulla al mondo può darmi quegli attimi
quegli istanti restando indelebili del tutto
ogni ricordo rimane non può esser distrutto

distruggo ciò che so che lascerò
per risentirne il fascino attraverso i disegni di carta da macero
marcerò come un soldato con le armi

tra i ricordi che non vorranno più lasciarmi
vorrei voltarmi ma non posso farlo senza esserne scosso
a volte cambia troppo poco tra ciò che è rimorso e che ho rimosso

Submit Corrections